Eccellente
4.9/5.0
Come organizzare la brace perfetta

Come organizzare la brace perfetta

L’estate si sa, è la stagione in cui ci piace di più mangiare all’aria aperta ed invitare gli amici a pranzo o a cena. Ci piace cucinare cose semplici ma gustose ed è di solito questo il periodo in si preparano lunghe tavolate e si organizzano divertentissime grigliate. Se ti piace grigliare la carne ma non sei molto esperto, non perderti i nostri consigli su come organizzare la brace perfetta!

Scegliere con accuratezza il posto in cui grigliare

Che sia su di una terrazza, in un prato o in uno spiazzale di campagna, per prima cosa è importante mettere in sicurezza la griglia evitando che le scintille possano zampillare fuori e bruciare qualcosa di facilmente infiammabile, così come è importante delimitarla in qualche modo impedendo ai bambini di avvicinarsi troppo.

Cosa serve per grigliare?

La prima cosa che serve individuare per grigliare è appunto la griglia. Se avete il dubbio tra l’utilizzare una griglia a legna e una a gas sappiate che la migliore è sicuramente quella a legna. Quella a gas risulterà più facile da pulire però in cottura la carne ne perderà di croccantezza e sapore.
Dotatevi quindi di spiedi, carbonella, coltello a lama liscia per sfilare la carne e ovviamente di dell’ottima carne.

Prepariamo la griglia.

Una delle cose più rognose è sicuramente accendere il fuoco… Disporre la carbonella (o i carboni) a forma piramidale, creando una base con i pezzi più piccoli di carbonella e ponendo quelli più grossi in cima. Se non si è altamente esperti, utilizzare della diavolina per accendere la base della “piramide”. I pezzi più piccoli si bruceranno con più facilità e man mano accenderanno la parte superiore. Una volta che i carboni sono perfettamente accesi e a temperatura si procede con la “stesura del fuoco”. La piramide di carboni viene appianata e si è pronti per grigliare.

NB: Suggeriamo di poggiare i carboni su una retina di acciaio e non direttamente sul fondo della griglia in modo da lasciare qualche centimetro di distanza che permetta al fuoco di respirare.

La cottura della carne

Quanta carne comprare per ogni persona? Dipende da molti fattori, anche se di solito con 300/400gr a testa i nostri ospiti saranno di sicuro soddisfatti.

La cottura della carne è la fase cruciale della grigliata. È importante non cuocere la carne fredda di frigo ma lasciarla riposare qualche minuto prima di arrostirla Più è forte il fuoco e più piccolo deve essere il cibo che stiamo cucinando. Per pezzi anatomici più grandi (es: una costata spessa), un fuoco troppo forte brucia la parte esterna senza cuocerla all’interno. Durante la cottura della carne è importante mantenere costante la temperatura della brace alimentando il fuoco con altra carbonella quando necessario.

Qual è la tipica grigliata pugliese?

Da noi in Puglia la grigliata è un rituale sacro che viene organizzato molto di frequente, a volte anche più di una volta durante la stessa settimana.

I prodotti che la fanno da padrone sono quelli tipici della nostra tradizione.
Si comincia con una carrellata di bombette, di tutti i gusti (classiche, impanate, con pancetta, piccanti) per passare poi ai gustosissimi gnummareddi e poi accontentare anche i palati più delicati con la salsiccia tipica (di cui i bambini sono solitamente ghiotti). Si è soliti chiudere la grigliata con uno dei pezzi più pregiati che proprio per la sua importanza viene lasciato per ultimo… il marretto. Il marretto è il fuoco d’artificio più grande che di solito viene sparato per ultimo concedendo il gran finale.

Con i nostri ospiti sazi e contenti, un’altra serata di amicizia e divertimento si chiude in Valle D’Itria.

1 Risposta a Come organizzare la brace perfetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Resta in contatto con noi.

Una community di amanti della qualità. Unisciti a loro e ricevi le nostre offerte riservate.